SEI IN > VIVERE TICINO > CRONACA
comunicato stampa

Lugano: Arrestato in Polonia l'organizzatore di truffe agli anziani: fine a una crescente ondata di chiamate shock

1' di lettura
6

Il Ministero pubblico e la Polizia cantonale annunciano l'arresto in Polonia di un 37enne apolide, sospettato di avere un ruolo di spicco in un'organizzazione criminale specializzata in truffe agli anziani tramite le cosiddette "chiamate shock". Questo arresto, avvenuto a fine dicembre, segna un importante passo nella lotta contro questa forma di truffa in aumento.

Il modus operandi prevede il contatto telefonico con la vittima, con richieste insistenti di somme considerevoli per coprire presunte cure mediche urgenti per un familiare malato o coinvolto in un grave incidente stradale. Sfruttando l'elemento dell'urgenza, i truffatori costringono la vittima a consegnare denaro o beni in brevissimo tempo.

L'indagine, nata in risposta all'incremento di queste truffe nel 2023, ha coinvolto diverse agenzie investigative e ha goduto di una stretta collaborazione con le autorità polacche e italiane. L'arresto è avvenuto il 20 dicembre nei pressi di Poznan, grazie a unità speciali della polizia polacca.

Il principale reato ipotizzato nei confronti del 37enne è di ripetuta truffa aggravata. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo, e sono in corso le procedure per l'estradizione.

Si segnala che l'arresto ha già prodotto un significativo impatto positivo, con una drastica riduzione dei tentativi di truffa nel Cantone rispetto alle numerose chiamate shock registrate in passato.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2024 alle 11:30 sul giornale del 03 febbraio 2024 - 6 letture






qrcode